I campus estivi sono un aiuto concreto ed indispensabile per le famiglie anche in tempo di coronavirus ed in tal senso leggiamo con piacere le recenti dichiarazioni del ministro per la famiglia Bonetti riportato da giornali quale Il Messaggero ed il Corriere Della Sera.

Dopo molti anni di attività in questo settore proviamo a fornire alcune indicazioni utili per ridurre al minimo gli assembramenti e gestire le attività in emergenza.

Iscrizioni online
Risparmiamo ai genitori le file in segreteria per la compilazione delle domande di iscrizioni dei propri figli. Usiamo la tecnologia dei moduli digitali per consentire le iscrizioni online in modo che i genitori possano compilare la domanda comodamente da casa con un computer, smartphone o tablet.
Inoltre con il nostro software gestionale puoi anche personalizzare i moduli secondo le proprie esigenze.

Controllo ingressi e gruppi
Avere un preciso controllo degli accessi è fondamentale per sapere ogni giorno quanti e quali bambini ci sono nel centro estivo. Dividerli poi in gruppi più piccoli permetterebbe inoltre di ridurre il naturale assembramento ed in caso in cui un bambino mostrasse dei sintomi si potrebbe risalire velocemente con quali compagni di gioco è venuto in contatto più di frequente.

Pagamenti digitali
Uno dei fattori di maggior assembramento per i genitori è nel momento dei pagamenti in segreteria. Eliminiamo questa abitudine grazie al sistema di crediti prepagati che offre il gestionale iGrest. Ogni bambino possiede un “portafoglio virtuale” che può essere ricaricato comodamente da casa grazie all’applicazione mobile iGrest per smartphone Apple e Android.

Comunicazione via APP o Email con i genitori
Hai necessità di comunicare rapidamente con i genitori?
Usa il nostro sistema di notifiche push in modo da mandare un messaggio istantaneo direttamente sul cellulare del genitore!
Stampi dei volantini che solitamente consegni ai genitori all’ingresso o all’uscita dalla struttura?
Carica il documento sulla piattaforma e rendilo disponibile per tutti i genitori.

Grazie alla tecnologia che possiamo fornirvi, è possibile organizzare un campus con facilità ed in sicurezza. Contattaci per qualsiasi informazione!
(Photo by Robert Collins on Unsplash)


Termoscanner, microgruppi e ingressi scaglionati, così riaprono nidi e centri estivi

Tutte le regole del piano da oggi all’esame del Comitato tecnico scientifico. “Triage” all’entrata, misurazione della febbre, lavaggi obbligatori e accessi privilegiati per le famiglie in difficoltà. Sconsigliato agli anziani di accompagnare i bimbi.

Forse ai più piccoli sembrerà di andare dal dottore piuttosto che al centro estivo, ma pazienza, è l’estate dell’emergenza e del Covid-19, la cautela è d’obbligo. Oltre quella barriera sanitaria poi, oltre il “triage”, ci saranno gli amici, bene prezioso dopo tanta solitudine. Il cuore del piano che detta le linee guida agli enti locali per la riapertura, a giugno, di nidi d’infanzia e centri estivi, da oggi all’esame del comitato tecnico scientifico, è questo: prima di entrare nell’area di contatto con gli altri, a tutti, bambini e operatori verrà misura la febbre e sarà obbligatorio lavarsi le mani in fontanelle e lavandini posti all’ingresso di cortili, oratori, spazi gioco, giardini e ludoteche. Obbligo di certificati medici per grandi e piccoli e ai primi sintomi di febbre, via, oltre la barriera sanitaria non si va.

[Leggi articolo completo su La Repubblica]

Leggi di più

Centri estivi 2020, le linee guida del governo - Corriere della Sera

Dal 18 maggio via alle attività all’aperto, in parchi e giardini, per bambini dai 3 anni ed adolescenti, con la presenza di operatori, anche sotto forma di outdoor education.

Leggi di più
Leggi di più

Proposte per la gestione in sicurezza dei centri estivi

Le proposte e indicazioni che seguono, rappresentano un primo passo di elaborazione delle proposte emerse dal confronto avviato dalla Regione Emilia-Romagna con i soggetti coinvolti.

Leggi di più