Il CTS ed il ministero dello sport hanno dettato le linee guida principali.

Non c’è ancora una data ufficiale, tuttavia, molte fonti ipotizzano una riapertura a partire dal 6 marzo e il decreto è in previsto per i prossimi giorni. Tutto dipenderà dall’andamento dei contagi.

Il Comitato tecnico scientifico ha messo in chiaro che “in questa fase dell’epidemia si valuta con molta preoccupazione il riscontro potenziale di aggregazioni tra persone all’interno degli impianti sportivi, soprattutto in ambienti chiusi e confinati. Ma si ritiene particolarmente importante il ritorno alla fruizione delle attività fisiche…”.

 

Riapertura palestre e centri sportiviLinee guida per riapertura palestre, piscine, centri sportivi e ricreativi.

Gli impianti potranno essere aperti solo in zona gialla e arancione; in zona rossa invece dovranno restare chiusi dove però saranno permessi gli sport individuali all’aperto.

In zona gialla sarà possibile la riapertura palestre, piscine e tensostrutture per le attività sportive individuali, acquatiche, e per le attività sportive dilettantistiche di squadra e di contatto.

Nella zona arancione, a differenza della precedente, saranno vietati gli allenamenti di contatto con la conseguenza del mantenimento del distanziamento.

 

Distanziamento e spogliatoi

Dove previsto il distanziamento dovrà essere minimo di 2mt che potrebbe aumentare a 7mt per le piscine. Non sarà consentito l’uso delle docce e non si potranno lasciare gli indumenti usati per l’attività fisica negli spogliatoi o in giro nella struttura.

 

Riapertura palestre e piscine. Linee guida. - paddle

Attrezzature

Le attrezzature andranno sempre igienizzate dopo l’utilizzo ed è consigliato dotarsi di un tappetino personale per l’allenamento quando necessario.
Rimane l’obbligo di usare le mascherine, fazzoletti e bottiglie monouso da gettare negli appositi contenitori.
L’igienizzante dovrà essere sempre presente soprattutto ai varchi di accesso.

 

Controllo accessi e presenze

Come già accaduto nei mesi precedenti alla chiusura degli impianti, ci sarà nuovamente l’obbligo di controllare gli accessi segnando i nomi dei presenti in modo da poterli ricontattare in caso di necessità.

 

Controlla gli accessi, presenze, triage con iGrest

Prova la demo gratis per 14 giorni

 

Photo by Sven Mieke on Unsplash