fbpx

Ricerca globale

Aggiornamenti di Novembre 2019

Tu sei qui:
< Indietro

Personalizzazione del modulo di iscrizione: E’ stato fatto un grosso passo avanti riguardo la personalizzazione dell’esperienza d’uso di iGrest a partire della form di iscrizione alla struttura. Per essere precisi stiamo parlando di quella pagina pubblica che comunicate ai genitori per iscriversi online.
D’ora in poi avrete il pieno controllo su quali informazioni chiedere in fase di compilazione e quali informative scrivere sul modulo.
Tutto questo lo potrete gestire dalla sezione configurazione > modulo iscrizione

Impostazioni e notifiche: Abbiamo creato in configurazione > impostazioni e notifiche una sezione con tutte le configurazioni possibili sul gestionale iGrest. In questo modo potete personalizzare l’esperienza d’uso e renderlo più conforme alle vostre esigenze. Ogni settaggio ha una breve spiegazione del suo significato.

Questa sezione racchiude il grosso aggiornamento di questa nuova versione del software iGrest, la gestione delle notifiche!
Da oggi la nostra piattaforma è in grado, oltre ad inviare i messaggi via email, di mandare le “notifiche push“.


Cosa sono?

Se usate uno smartphone saprete bene di cosa stiamo parlando; le notifiche sono quei “messaggi” che arrivano sul telefono come quelle di Whatsapp, Facebook, Email etc.

A cosa possono servire?

Immaginate di essere un genitore che ha chiesto ad un’altra persona a ritirare il proprio figlio al centro estivo, appena il bambino esce, voi riceverete una notifica che vi avvisa dell’avvenimento!

Immaginate di essere coordinatore che vuole avvisare velocemente i genitori che la gita organizzata per domani è rinviata, create un messaggio dedicato a tutti i partecipanti iscritti alla gita e… BIP! C’è un messaggio per te!

Perchè sconsigliamo WhatsApp e Telegram per comunicare con le famiglie?

Il regolamento europeo sulla privacy (GDPR) si applica ovviamente anche alla comunicazione con i genitori: anche in quel momento state trattando dati sensibili di minori e l’attenzione deve essere massima. Quando un genitore si iscrive alla vostra struttura autorizza esplicitamente voi ad utilizzare i dati sensibili e, se usate iGrest, a trattarli tramite la nostra app.
Di certo non si autorizza Facebook (proprietaria di Whatsapp) o la società Telegram LLC (fondata da un imprenditore russo), il cui uso dei nostri dati non è certamente trasparente.
Per questo motivo, grazie all’applicazione iGrest voi siete autorizzati a comunicare con i genitori nel pieno rispetto della privacy.

Non dimenticatevi di comunicare ai genitori di scaricare la nuova app iGrest dallo store Android!
La versione Apple sarà pubblicata a gennaio 2020.